Vai al contenuto

Come scegliere il Fondo Interprofessionale?

Sebbene la scelta migliore sia sempre quella aderente alle esigenze specifiche di ogni singola azienda, esistono alcuni criteri-guida che possono aiutare l’individuazione del Fondo Interprofessionale più adatto.

Si può legare la decisione al settore di appartenenza: i Fondi, infatti, coprono la maggior parte dei settori aziendali. Così per le Imprese Cooperative la scelta migliore sarà Fon.coop, per chi vuole dedicarsi alla formazione dei dirigenti Fondirigenti, e così via.

Un altro criterio di scelta può riguardare le modalità di erogazione dei finanziamenti

  • gli Avvisi richiedono un’attenzione maggiore a fronte di un finanziamento nettamente più cospicuo: in questo caso la scelta migliore è affidarsi a un’azienda esterna dotata di una propria struttura interna finalizzata alla progettazione di Piani Formativi su misura, come Margotta Formazione
  • il Conto Formazione, accessibile  e più semplice, legato al numero dei propri dipendenti: più grande è l’azienda maggiore sarà il finanziamento a disposizione
  • il Conto Formazione Aggregato, che dipende però dalla capacità della singola azienda di mettersi in rete con altre Imprese

Infine, il terzo criterio riguarda la classe dimensionale dell’azienda. 

Per esempio le grandi aziende tendono a privilegiare i Fondi che prevedono i Conti Formativi perché è molto probabile che riescano a finanziare la formazione dei dipendenti attraverso solamente i propri accantonamenti, senza necessità di erogazioni ulteriori. 

Per le PMI, invece, è più facile lavorare con gli Avvisi, data l’insufficienza del Conto Formativo a coprire un intero Progetto di formazione aziendale.

In ogni caso, è bene affidare la valutazione del singolo caso concreto a enti esperti del settore, che sapranno orientare l’azienda verso la scelta più soddisfacente.

Contattaci per saperne di più, i nostri professionisti faranno una panoramica delle opzioni che la tua azienda ha a disposizione.