Vai al contenuto

Fondimpresa: scadenza delle risorse sul Conto Formazione

Se anche la tua azienda aderisce a Fondimpresa, è bene tu sappia che le risorse presenti sul tuo Conto Formazione dovranno essere spese entro il 31 dicembre 2021. In caso contrario, il Fondo Interprofessionale verserà quei fondi nel Conto di Sistema, ovvero il conto collettivo, destinato al finanziamento delle altre attività di formazione di Fondimpresa, come ad esempio gli Avvisi.

L’adesione al Fondo è semplice e veloce: è sufficiente compilare il modulo Uniemens per comunicare all’Inps la propria adesione a un fondo interprofessionale, per far iniziare il trasferimento delle proprie quote dello 0,30. Ne abbiamo parlato in modo approfondito qui.

Cosa fare ora

Per evitare lo storno di risorse l’unica soluzione è presentare entro e non oltre la data di scadenza indicata un piano formativo condiviso con le rappresentanze delle Parti Sociali, e prevedere un finanziamento attraverso il Conto Formazione almeno pari all’ammontare delle risorse depositate.

Per verificare l’ammontare delle somme disponibili è necessario verificare il proprio saldo, disponibile al sito www.fondimpresa.it, attraverso l’accesso alla propria area riservata.

Cos’è un piano formativo

Ne parliamo spesso, a volte ci rendiamo conto di darlo per scontato. Un piano formativo è un programma ordinato che racchiude una serie di azioni formative, in relazione ai bisogni e alle esigenze aziendali condivise con le Parti Sociali.

Se ben strutturato un piano formativo è in grado di portare grande beneficio all’azienda, sia a livello di produttività sia a livello di soddisfazione dei lavoratori.

L’azione formativa può essere strutturata secondo diverse metodologie: 

  • coaching on the job
  • lezione frontale in aula
  • corsi a distanza
  • coaching
  • gamification
  • bilancio di competenze
  • consulenza di carriera
  • workshop e seminari

I requisiti di un buon piano formativo

Ciò che più conta, indipendentemente dalla metodologia utilizzata, è l’attenzione alle esigenze della propria azienda o del gruppo di lavoratori cui ci si riferisce. 

La formazione, inoltre, può essere gestita in proprio dall’azienda oppure può essere affidata ad un ente esterno, come Margotta Formazione, che ne gestisca ogni aspetto, dalla progettazione alla rendicontazione. Affidarsi a dei professionisti ha il vantaggio di garantire qualità e risparmio di tempo: elementi fondamentali nella vita di un’impresa.

Manca pochissimo alla scadenza ormai, contattaci compilando il modulo qui sotto per saperne di più!